giovedì 28 agosto 2014

Personaggi: le qualità che possono alimentare stereotipi


La bellezza non è una qualità delle cose stesse:
essa esiste soltanto nella mente che le contempla.
(David Hume)


L’idea per questo post è nata da un articolo pubblicato da Antonella Mecenero sul suo blog, “Inchiostro fusa e draghi”. Il pezzo, intitolato Vipresento Mary Sue, evidenziava la tendenza di molti scrittori esordienti a creare personaggi stereotipati e apparentemente privi di difetti, con i quali condividono alcuni tratti psicologici e biografici.
Esistono generi che hanno costruito una fortuna intorno a Mary Sue e al suo corrispondente maschile Gary Stu ma, se vogliamo creare personaggi di spessore, dobbiamo prestare molta attenzione alle caratteristiche che rischiano di trascinarci nella banalità dei cliché di basso livello.


lunedì 25 agosto 2014

Ripartenze pre-autunnali: il sentiero della consapevolezza



Ogni creazione è, all’origine, la lotta di una forma in potenza contro una forma imitata.
André Malraux (scrittore) - See more at: http://nuovoeutile.it/222-frammenti-sulla-creativita-a-cura-di-annamaria-testa/#sthash.SUhgrfSY.dpuf
Ogni creazione è, all’origine, la lotta di una forma in potenza contro una forma imitata.
André Malraux (scrittore) - See more at: http://nuovoeutile.it/222-frammenti-sulla-creativita-a-cura-di-annamaria-testa/#sthash.SUhgrfSY.dpuf
Ogni creazione è, all’origine, la lotta di una forma in potenza contro una forma imitata.
André Malraux (scrittore) - See more at: http://nuovoeutile.it/222-frammenti-sulla-creativita-a-cura-di-annamaria-testa/#sthash.SUhgrfSY.dpufv
Ogni creazione è, all’origine, la lotta di una forma in potenza contro una forma imitata.
André Malraux (scrittore) - See more at: http://nuovoeutile.it/222-frammenti-sulla-creativita-a-cura-di-annamaria-testa/#sthash.SUhgrfSY.dpuf

Il guerriero della luce ha i suoi sogni. Sono i sogni a farlo procedere. Ma egli non commette mai l’errore di pensare che il cammino sia facile e la porta sia larga.

 Paulo Coelho

Ogni atto di creazione è, prima di tutto, un atto di distruzione.
Pablo Picasso (pittore) - See more at: http://nuovoeutile.it/222-frammenti-sulla-creativita-a-cura-di-annamaria-testa/#sthash.SUhgrfSY.dpuf
Ogni atto di creazione è, prima di tutto, un atto di distruzione.
Pablo Picasso (pittore) - See more at: http://nuovoeutile.it/222-frammenti-sulla-creativita-a-cura-di-annamaria-testa/#sthash.SUhgrfSY.dpuf
In queste vacanze ho scritto poco, non ho seguito i blog se non quelli “condivisi” su facebook  ma ho partorito moltissime idee. Nelle mie bozze ci sono dieci titoli provvisori per altrettanti post con cui vi delizierò, salvo ispirazioni improvvise, nelle prossime settimane. Oggi, però, sono ancora in un limbo mentale. Nonostante secchi di ghiaccio in testa e tuffi in laghi di montagna, ho deciso di rientrare nella blogosfera in punta di piedi, lasciando che le onde mi sfiorino appena. Un doppio carpiato, in questo momento, mi creerebbe parecchia confusione.

Diciannove giorni di ferie. Non male. Devo ammettere che mi sono serviti non solo a ricaricare le energie, ma anche a prendere consapevolezza di alcuni concetti fondamentali, che sicuramente gioveranno alla mia scrittura e, in senso lato, anche al mio futuro benessere psicofisico. 

martedì 5 agosto 2014

L'anima anticonformista dello scrittore: il jolly.


Non seppellite la vostra unicità, 
altrimenti diventate un’altra pecora del gregge 
e sarete morti ancor prima di morire.
Valentina Osuna


Il “senso comune”, in sociologia, rappresenta un insieme di norme, nozioni e comportamenti veicolati dalla tradizione ed universalmente accettati. Talvolta, il processo di adeguamento è consapevole e dipende da una scelta individuale e motivata. Nella maggior parte del casi, tuttavia, è frutto di abitudini acquisite sul piano dell'inconscio, oppure subite passivamente.
Alcune di queste regole mai codificate non si possono aggirare: vanno rispettate in nome di un generico – e per nulla trascurabile – concetto di educazione. Per tutte le altre, esistono vari livelli di connivenza che oscillano fra i due estremi del conformismo e della ribellione. Alcune ci piacciono, e le rendiamo nostre. Con altre, invece, entriamo apertamente in conflitto.
Io credo che il valore di un artista sia in parte legato alla sua capacità di guardare oltre il noto, proponendo una visione della vita che trascenda i dogmi della cultura dominante. Gardner, ne "L'enigma del solitario", paragonava lo scrittore al jolly delle carte. Era più alto degli altri omuncoli che passeggiavano nel parco. Si ergeva in mezzo a loro perchè non indossava alcuna divisa, non sventolava alcun vessillo. Nascosto sotto il suo strano cappello, osservava il mondo e gli dava forma. Tutti lo consideravano un po' matto, ma era l'unico individuo autonomo in mezzo ad un gregge di pecore.